Di sconosciuto - National Cancer Institute, AV-8500-3620, Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=859393

Co-infezione da HIV ed HHV8 nel mondo: una review e meta-analisi sistematica

L’infezione da HIV è un importante fattore di rischio per lo sviluppo di sarcoma di Kaposi (KS), ma non è chiaro se le persone sieropositive sono ad aumentato rischio di co-infezione con herpesvirus umano 8 (HHV-8), la causa infettiva di KS. In questo lavoro è stata effettuata una ricerca sistematica della letteratura fino al dicembre 2012 e incluso studi che riportano la siero prevalenza di infezione da HHV-8 nei soggetti HIV sieropositivi e HIV-negativi. Sono stati inclusi 93 studi con 58,357 partecipanti provenienti da 32 paesi dell’Africa sub-sahariana, Nord e Sud America, Europa, Asia e Australia. Nel complesso, le persone sieropositive avevano più probabilità di essere HHV-8 sieropositive rispetto alle persone HIV-negative (OR 1,99, 95% intervallo di confidenza [CI] 1,70-2,34) con una notevole eterogeneità tra gli studi (I (2) 84%).

L’associazione è stata più forte negli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini (MSM, OR 3.95, 95% CI 2,92-5,35), nei pazienti con emofilia (OR 3.11, 95% CI 1,19-8,11), e nei bambini (OR 2.45, 95% CI 1.58 -3,81), ma più debole in eterosessuali che hanno comportamenti sessuali a basso rischio (OR 1.42, 95% CI 1,16-1,74) o ad alto rischio (OR 1,66, 95% CI 1,27-2,17), le persone che si iniettano droghe (OR 1,66 , 95% CI 1,28-2,14), e le donne in gravidanza (OR 1.68, 95% CI 1,15-2,47), valore di p per l’interazione <0.001. In conclusione, l’infezione da HIV è associata ad un aumento HHV-8 sieroprevalenza in tutti i gruppi di popolazione in esame. E ‘necessaria una migliore comprensione della trasmissione HHV-8 in gruppi di età e con comportamenti diversi per sviluppare strategie per prevenire la trasmissione di HHV-8


Int J Cancer. 2016 Jan 1;138(1):45-54. doi: 10.1002/ijc.29687. Epub 2015 Jul 28.

HIV and human herpesvirus 8 co-infection across the globe: Systematic review and meta-analysis.

Rohner E1, Wyss N1, Heg Z1, Faralli Z1, Mbulaiteye SM2, Novak U3, Zwahlen M1, Egger M1,4, Bohlius J1.

Altre notizie della sezione

22 luglio 2016

Oltre 51.000 trattamenti con i nuovi antivirali diretti anti-epatite C intrapresi in Italia

Aggiornamenti sui trattamenti in Italia con i nuovi farmaci ad azione antivirale diretta di seconda generazione (DAAs) per la cura dell’epatite C cronica

12 luglio 2016

Un caso inusuale di meningoencefalite da recidiva tardiva di virus Ebola

Migliaia sono i sopravvissuti all’epidemia da virus Ebola esplosa nel 2014 nell’Africa occidentale, ma, considerata la limitata diffusione a paesi con scarse risorse, l’intero spettro delle complicanze non è stato ancora adeguatamente documentato. Nel numero di Lancet di Maggio 2016 Jacobs e coll. riportano un caso di recidiva tardiva di Ebola in una paziente già […]

29 febbraio 2016

Aggiornamenti emergenza Zika virus: identificazione dei vettori e misure di prevenzione

Mentre si continuano a registrare nuovi casi d’infezione da Zika virus (ZIKV) in America Latina e casi ancora sporadici in Europa, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) invita ad adoperare tutte le strategie disponibili contro l’insetto vettore, la cui precisa identificazione ha importanti implicazioni nel controllo dell’infezione. Nel numero del 4 febbraio 2016 di ‘Lancet Infectious […]