Uno studio americano pubblicato recentemente su Blood ha evidenziato che le complicanze settiche della trasfusione di piastrine (negli USA vengono trasfuse ogni anno 2 milioni di unità di concentrati piastrinici) sono ben più frequenti di quanto ritenuto in passato. Da qui la necessità di introdurre test di laboratorio per evidenziare precocemente i batteri responsabili di queste gravi complicanze.


Benjamin RJ. Transfusion-related sepsis: a silent epidemic. Blood 2016;127: 380-1.
Hong H, Xiao W, Lazarus HM, Good CE, Maitta RW, Jacobs MR. Detection of septic transfusion reactions to platelet transfusions by active and passive surveillance. Blood 2016;127: 496-502.

 

Altre notizie della sezione

19 gennaio 2016

Trasfusioni infette: lo Stato dovrà risarcire 371 cittadini.

La Corte Europea di Strasburgo dei Diritti dell’Uomo (CEDU) ha condannato lo Stato Italiano a risarcire 371 cittadini che tra gli anni ‘70 e ‘90 hanno contratto malattie infettive quali l’AIDS e l’epatite B e C in seguito a trasfusione di sangue o emoderivati infetti. Tale risarcimento, che complessivamente supera i 10 milioni di euro, […]

15 gennaio 2016

Le prove della trasmissione di parvovirus B19 nei pazienti con disturbi emorragici trattati con fattore derivato dal plasma nell’era dello screening test all’ acido nucleico

Parvovirus B19 ( B19V ) è un piccolo non capsulato virus che causa tipicamente una malattia simil-influenzale benigna che si verifica più di frequente durante l’infanzia . Il virus è resistente alle attuali fasi di inattivazione virale utilizzate nella fabbricazione di concentrati di fattore antiemofilico ed è stata documentata la trasmissione B19V attraverso questi prodotti. […]

23 dicembre 2015

Sicurezza ed efficacia dei concentrati di FXI utilizzati dai pazienti con deficit di FXI

I concentrati di FXI sono prodotti fin dagli anni 80 in alternativa al plasma fresco congelato nei pazienti con deficit congenito di FXI in particolare in caso di sanguinamenti a seguito di traumi o chirurgie. Tra gli eventi avversi correlati alla terapia con questi concentrati vi è il tromboembolismo arterioso e venoso, soprattutto nei casi […]