Creutzfeldt Jakob variante e trasfusione di emoderivati: ci sono ulteriori casi?

Uno studio inglese condotto retrospettivamente su 177 casi di Creutzfeldt Jakob variante (vCJD) diagnosticati nel Regno Unito fino al 1 Febbraio 2014 si prefigge l’obiettivo di valutare la eventuale correlazione della malattia da infezione prionica con la trasfusione di emoderivati. Dei 177 pazienti in studio solo 15 negli anni precedenti avevano ricevuto delle trasfusioni; di 10 di essi erano disponibili i dati relativi a donazioni e donatori; una volta escluso un caso in cui la trasfusione era stata effettuata ad avvenuta comparsa dei sintomi e quindi per certo non responsabile del quadro di vCJD, gli autori ne tengono in considerazione 9. In tre di questi casi viene data per certa la correlazione della vCJD con la trasfusione (in due di essi la diagnosi è avvenuta post mortem), nei 6 casi rimanenti non è stata dimostrabile l’infezione nei donatori e, nei donatori deceduti, la causa della morte, in base alla clinica ed agli esami diagnostici eseguiti, non è in nessun modo correlabile all’ infezione prionica.

Dunque è ammissibile che uno o più casi di vCJD in soggetti emotrasfusi sia da mettere in correlazione con l’infusione di emoderivati benchè l’ infezione non sia stata dimostrata e/o non abbia dato segni clinici nei donatori. Tuttavia tale possibilità appare al momento debole e poco plausibile in considerazione del più cospicuo numero di casi di vCJD in soggetti non emotrasfusi.


Vox Sang. 2014 Oct;107(3):220-5.

Variant CJD and blood transfusion: are there additional cases?

Davidson LR, Llewelyn CA, Mackenzie JM, Hewitt PE, Will RG.

Altre notizie della sezione

21 gennaio 2016

La Creutzfeldt Jakob Disease e le emotrasfusioni: dati epidemiologici dal Regno Unito

La Creutzfeldt Jakob disease (CJD) è una malattia neurodegenerativa legata ai prioni attualmente intrattabile e fatale. Esiste in 3 principali forme: quella sporadica  (sCJD), quella variante (vCJD) e quella familiare (fCJD). In particolare la variante della CJD (vCJD) è la forma zoonotica dell’ encefalopatia spongiforme bovina. Essa è stata ampiamente studiata in UK riscontrando 3 […]

11 gennaio 2016

Creutzfeldt-Jakob variante nei pazienti anziani

Dei 177 pazienti a cui veniva posta diagnosi di Creutzfeldt Jakob variante (vCJD) nel periodo 1995-2014 nel Regno Unito soltanto 6 erano di età superiore ai 55 anni alla comparsa dei sintomi. Essi presentavano caratteristiche cliniche distinte rispetto ai pazienti più giovani con vCJD, tra le altre ad esempio l’assenza del reperto RMN caratteristico di […]

14 dicembre 2015

La trasmissione della scrapie ai primati dopo un prolungato periodo di incubazione silente.

L’encefalopatia spongiforme bovina (BSE) è stata a lungo considerata come l’unica patologia zoonotica causata da prioni, assumendo nell’uomo la forma di Creutzfelt Jakob (CJD). Come recentemente dimostrato dalla possibilità di trasmissione al topo umanizzato, il potenziale zoonotico della scrapie potrebbe essere assimilabile a quello della encefalopatia spongiforme bovina. Gli autori riportano la diretta trasmissione di […]