Estimation of the exposure of the UK population to the bovine spongiform encephalopathy agent through dietary intake during the period 1980 to 1996.

Un interessante articolo relativo alla stima di una popolazione subclinica che potrebbe causare ​trasmissione secondaria della vJCD attraverso trasfusione di sangue, plasmaderivati o strumenti chirurgici contaminati…

Altre notizie della sezione

25 settembre 2014

Revisione sistematica degli aspetti inerenti la sicurezza dei prodotti attualmente in uso per la terapia sostitutiva dell’emofilia A: Sicurezza virale e malattia di Creutzfeldt-Jacob (CJD)

di Dr. Vincenzo Speciale Medico-Chirurgo Specialista in Medicina Interna INTRODUZIONE La scelta nel trattamento sostitutivo nell’emofilia è databile intorno agli anni ’60 con l’avvento del crioprecipitato, ottenuto dal plasma di una singola donazione per frazionamento successivo a precipitazione a freddo. Tuttavia, il crioprecipitato presentava effetti collaterali indesiderati e non era privo di contaminazioni virali. Negli anni […]

21 giugno 2016

La variante della malattia di Creutzfeldt-Jacob

Dr Alfredo Dragani, Centro Emofilia di Pescara Introduzione Le malattie da prione o encefalopatie spongiformi trasmissibili (TSE), rappresentano un gruppo di rari disordini neurodegenerativi a prognosi sfavorevole, correlabili alla proteina prionica (PrP). Nell’uomo esse includono tre principali categorie: 1. Forme Sporadiche Sporadic Creutzfeldt-Jakob disease (sCJD) Sporadic fatal insomnia Variably protease-sensitive prionopathy 2. Forme Acquisite Kuru […]