Gestione del rischio di trasmissione iatrogena della malattia Creutzfeldt-Jakob in Regno Unito.

Nel Regno Unito 77 casi di Creutzfeldt-Jakob (CDJ) sono risultati di natura iatrogena ed in particolare connessi con l’impiego di emoderivati. Un Panel di esperti ha disposto per la Gran Bretagna una serie di misure preventive, compresi il ritiro dal commercio di lotti di prodotto a rischio o la messa in quarantena della strumentazione chirurgica. Tali strategie sono state stabilite, tuttavia, in un contesto di estrema incertezza scientifica. Infatti il basso numero di casi descritti potrebbe indicare un rischio di trasmissione complessivamente trascurabile o al contrario, in considerazione del lungo periodo di incubazione e della fase subclinica, molti casi potrebbero essere ancora da diagnosticare. La gestione del rischio, in futuro, dipenderà dalla disponibilità di test di screening, da una migliore stima della prevalenza dei casi di CJD e infine dall’ ottimizzazione delle metodiche di decontaminazione dall’infezione prionica.


 

J Hosp Infect. 2014 Sep;88(1):22-7.

Managing the risk of iatrogenic transmission of Creutzfeldt-Jakob disease in the UK.

Hall V1Brookes D2Nacul L3Gill ON2Connor N2CJD Incidents Panel.

Altre notizie della sezione

5 novembre 2015

Sicurezza degli emoderivati trasfusi nei primati ed ottenuti da portatori di malattia di Creutzfeldt-Jakob variante con l’impiego di dispositivi per la rimozione dei prioni dalle donazioni infette: un update degli ultimi 5 anni.

Sono incoraggianti i risultati di questo studio, tuttora in corso, circa la possibilità di rimozione delle infezioni da prione dalle donazioni infette con il ricorso ad appositi dispositivi filtro, in particolare del tipo P-Capt.  Gli autori riportano infatti un rischio di infezione di Creutzfeldt-Jakob associato alla trasfusione di emazie da donatore infetto nei primati sani […]

2 novembre 2015

Primo isolamento di proteina prionica associata all’encefalopatia spongiforme trasmissibile o PrPTSE in vescicole extracellulari dal plasma murino contaminato da Creutzfeldt-Jakob variante “mouse adapted” con metodica di amplificazione in vitro.

L’attenzione sul rischio di trasmissione prionica associato all’impiego di prodotti emoderivati è aumentata  in seguito al riscontro di malattia di Creutzfeldt Jakob variante (vCJD) in soggetti che avevano ricevuto trasfusione di emazie concentrate ottenuta da donatori sani al momento della donazione, ma successivamente risultati infetti. Inoltre nei pazienti con vCJD è stata già identificata da […]

21 ottobre 2015

Fenotipi patologici distinti di malattia di Creutzfeldt-Jakob in soggetti trattati con GH contaminato da prioni

Sono noti molteplici meccanismi di trasmissione iatrogena della malattia di Creutzfeldt Jakob (iCJD): attraverso la strumentazione neurochirurgica contaminata, gli elettrodi impiegati per la elettroencefalografia stereotassica, gli emoderivati infetti, l’infusione di ormoni estratti dall’ ipofisi del cadavere, compreso l’ormone della crescita (GH). Gli autori mettono in comparazione un caso di iCJD secondario alla somministrazione di GH […]