H7N9: un nuovo virus influenzale aviario minaccia l’uomo?

Un nuovo virus influenzale degli uccelli, a bassa patogenicità nel suo ospite naturale, riesce a superare la barriera di specie e infettare l’uomo. Ha causato finora 96 casi di influenza in Cina, 18 dei quali mortali (notizie aggiornate al 20 aprile 2013). Fortunatamente, non si sono per ora registrati casi di trasmissione interumana.  Nel tentativo di eliminare la fonte di infezione sono stati finora abbattuti migliaia di animali serbatoio nelle zone colpite. L’aggiornamento della situazione dal sito cinese a questo link.

Altre notizie della sezione

16 aprile 2013

La monosomministrazione quotidiana di ribavirina sembra promettente per il trattamento dell’epatite C

Uno studio presentato recentemente all’International Conference on Viral Hepatitis (ICVH), tenutasi  a  New York, dimostrerebbe che il passaggio da una somministrazione di ribavirina due volte/die a una volta/die non riduce l’efficacia antivirale del trattamento e migliora la compliance dei pazienti riducendo l’incidenza degli effetti collaterali gastrointestinali. La ribavirina ha infatti un’emivita di due settimane.

16 aprile 2013

Un trattamento dell’epatite C basato sull’azione contro il microRNA

La stabilità e la diffusione del virus dell’epatite C dipendono da una interazione funzionale tra il genoma virale e il microRNA-122 espresso a livello epatico ed essenziale per la stabilità e la diffusione dell’RNA dell’HCV. I microRNA sono piccole molecole endogene di RNA non codificante, a singolo filamento, di 20-22 nucleotidi; fanno parte di una […]