Sieroprevalenza dell’infezione da HEV nei donatori di sangue Irlandesi

In Europa la maggior parte di infezioni da virus dell’epatite E (HEV) è causato dal genotipo 3. La più alta prevalenza di positività anticorpale all’HEV nel nostro continente si riscontra in Olanda dove raggiunge il 27% dei donatori, seguita da Francia 23.6%;  Spagna con il 20%; Danimarca 19.8%;  Inghilterra e Galles con il 12%. Lo studio ha voluto ricercare la siero prevalenza dell’HEV nei donatori Irlandesi. Sono stati raccolti 1076 campioni provenienti da donazioni anonime effettuate nel 2012 e su tali campioni sono stati testati IgG anti HEV. 24985 campioni sono stati invece raccolti da dicembre 2013 a giugno 2014 e su questi è stato ricercato l’HEV- RNA. La siero prevalenza per IgG anti HEV si è attestata al 5.3% risultando più elevata nei donatori con età maggiore di 60 anni di genere maschile dove raggiungeva il 33.3%. L’HEV- RNA è stato riscontrato soltanto nello 0.02% (5 casi di cui 1 caso soltanto con anticorpi IgM anti HEV positivi). 4 dei 5 donatori viremici erano giovani tra i 18 e i 29 anni.

In conclusione la sieroprevalenza dell’HEV in Irlanda è comparabile se non inferiore al resto d’Europa. Il riscontro di campioni con viremia positiva per HEV ha portato il dipartimento di salute ad effettuare lo screening per l’HEV-RNA sui donatori.


Trasfusion 2016

Hepatitis E virus infection in the Irish blood donor population

Joan O’Riordan, Fiona Boland, Padraig Williams, Joe Donnellan, Boris M. Hogema,
Samreen Ijaz, and William G. Murphy

Altre notizie della sezione

1 agosto 2016

L’infezione occulta da HCV: lo stato corrente delle conoscenze

Con una storia clinica di circa 11 anni, l’infezione occulta da HCV (OCI) può essere considerata un tipo occulto di Epatite C cronica. Evidenze suggeriscono che sembra essere necessario considerare OCI in questi gruppi ad alto rischio. In questo articolo viene suggerito che test diagnostici alternativi dovrebbero essere applicati e che vi è la necessità […]

22 luglio 2016

Oltre 51.000 trattamenti con i nuovi antivirali diretti anti-epatite C intrapresi in Italia

Aggiornamenti sui trattamenti in Italia con i nuovi farmaci ad azione antivirale diretta di seconda generazione (DAAs) per la cura dell’epatite C cronica

12 luglio 2016

Un caso inusuale di meningoencefalite da recidiva tardiva di virus Ebola

Migliaia sono i sopravvissuti all’epidemia da virus Ebola esplosa nel 2014 nell’Africa occidentale, ma, considerata la limitata diffusione a paesi con scarse risorse, l’intero spettro delle complicanze non è stato ancora adeguatamente documentato. Nel numero di Lancet di Maggio 2016 Jacobs e coll. riportano un caso di recidiva tardiva di Ebola in una paziente già […]