Il rischio di HIV trasmesso con la trasfusione di sangue donato da uomini che hanno avuto rapporti omosessuali 12 mesi prima della donazione: stime del rischio 2005-2007 in Inghilterra e Galles

Questo lavoro confronta il rischio d’infezione da HIV trasmesso con la trasfusione (in Inghilterra e Galles nel periodo 2005-2007) adottando l’esclusione permanente dalla donazione dei maschi che hanno avuto rapporti omosessuali o la sospensione per 12 mesi. Presumendo che in sede di selezione dei donatori di sangue si usino in modo analogo entrambe le strategie, il rischio derivante dalla sospensione per 12 mesi (0,228 per milione di donazioni, range 0,168-0,306 per milione di donazioni) è solo marginalmente superiore (0,5%) rispetto a quello derivante da una sospensione definitiva dalla donazione (0,227 per milione di donazioni, range 0,157-0,318 per milione di donazioni): esso determina quindi una donazione infetta da HIV in più ogni 455 anni.

Dal mese di novembre 2011 questa modifica dei criteri di selezione è stata dunque adottata anche in Inghilterra, Galles e Scozia.

“Davison KL, Conti S, Brailsford SR. The risk of transfusion-transmitted HIV from blood donations of men who have sex with men, 12 months after last sex with a man: 2005-2007 estimates from England and Wales. Vox Sang 2013; doi: 10.1111/vox.12024”.

Altre notizie della sezione

18 giugno 2013

Dimostrazione della trasmissione del parvovirus B19 in pazienti con difetti della coagulazione trattati con concentrati di fattori della coagulazione nell’era degli screening con le tecnologie NAT

Questo articolo sottolinea come l’introduzione dello screening per il DNA di parvovirus B19 per i pool di plasma per la preparazione di plasma-derivati,  a partire dal 2000, non sia riuscito a eliminare il rischio di trasmissione di questa infezione virale tramite questi prodotti del sangue. Lo screening prevede che i pool di plasma contenenti  una […]

18 giugno 2013

Epidemia di epatite A anche negli Stati Uniti

La Federal Drug Administration (FDA) indaga su 49 casi di epatite A diagnosticati, fino al 4 giugno 2013, in Arizona, California, Colorado, Hawaii, New Mexico, Nevada e Utah. Imputata una miscela di frutti di bosco congelati contenenti semi di melograno venduta per le proprietà antiossidanti.

18 giugno 2013

Emergenza Dengue in Tailandia

L’infezione da parte del virus Dengue si trasmette tramite un ciclo che coinvolge le zanzare del genere Aedes ed è trasmissibile con il sangue. Dall’inizio del 2013 fino ai primi di giugno sono stati segnalati quasi 40.000 casi di Dengue in Tailandia. La metà dei pazienti affetti sono bambini con età inferiore a 15 anni. […]