La Cina mette sotto isolamento 30000 persone dopo un caso mortale di peste bubbonica.

Circa un terzo  della popolazione della cittadina di Yumen, situata nel nord-ovest della Cina e che conta circa 100000 abitanti, è stata messa in isolamento dopo il rscontro di un caso mortale di peste bubbonica. Anche se le autorità cinesi minimizzano, dicendo che le epidemie di peste bubbonica in Cina sono estremamante rare, tuttavia l’allerta e la preoccupazione rimangono elevate a causa della pericolosità e dell’elevata infetività di questo batterio.

Altre notizie della sezione

28 luglio 2014

Persistenza del virus West Nile all’interno dei globuli rossi mesi dopo la scomparsa del virus dal plasma: implicazioni per la sicurezza trasfusionale e trapiantologica.

Questo articolo è particolarmente importante perché testimonia che l’infezione da virus West Nile può persistere anche mesi dopo l’eliminazione del virus dal plasma, costituendo così un rischio infettivo per il sangue trasfuso e/o gli organi trapiantati

3 febbraio 2014

il virus giant blood Marseillevirus-like (GBM) si trasmette anche con il sangue. Uno nuovo studio lo conferma

La trasmissibilità tramite sangue del virus GMB  (giant blood Marseillevirus-like) trova conferma anche in un altro recente lavoro nel quale è stata determinata la prevalenza dell’infezione   in pazienti talassemici e in donatori di sangue asintomatici che si aggira attorno al 13% nei donatori e al 23% nei talassemici.

5 novembre 2013

Scoperto un nuovo virus gigante, tra i più grandi finora conosciuti

Un nuovo virus, tra i più grandi finora conosciuti,  è stato individuato tramite tecniche di sequenziamento di nuova generazione (Next Generation Sequencing, NGS) nel sangue di  4 su 30 donatori di sangue asintomatici. Il lavoro è pubblicato sul numero del 2 luglio del J.Infect.Dis. Le sequenze nucleotidiche indicano che si tratta di un virus simile […]