Un nuovo modello di simulazione del rischio di trasfusione degli Arbovirus

Gli arbovirus virus come  il West Nile virus (WNV), dengue virus (DENV) and Ross River virus (RRV) sono trasmissibili attraverso il sangue. E’ stato sviluppato uno specifico modello statistico per stimare il rischio di infezione da WNV attraverso le trasfusioni di emoderivati che poi è stato applicato anche al virus Chikungunya. Inoltre, un altro modello probabilistico è stato sviluppato per valutare il rischio di trasmissione del DENV virus, che è stato successivamente adattato per RRV. Per migliorare l’efficacia e ridurre le limitazioni all’interno di ciascun è stato studiato un modello ibrido che promette una maggiore precisione, ed è ampiamente applicabile per valutare il rischio di trasmissione attraverso il sangue degli arbovirus.

I dati sono stati presi dalla  Cairns Public Health Unit  (Australia) e dalla letteratura pubblicata. Sulla base dei modelli pubblicati e utilizzando il codice R, è stato sviluppato e validato un nuovo modello ‘combinato’ utilizzando test di sensibilità. La stima del rischio medio di infezioni da arbovirus per 10.000 trasfusioni con il modello combinato è di 0,98 (0,79-1,25), mentre il rischio massimo è 4,45 (2,62-7,67). Questi parametri con i modelli precedenti erano 1.20 (0,84-1,55) e 2,86 (1,33-5,23) rispettivamente.  In conclusione, il modello di simulazione combinato è semplice e robusto. Esso potrebbe essere applicato come un modello generico di valutazione del rischio di trasmissione attraverso gli emoderivati degli arbovirus.


Transfus Apher Sci. 2016: S1473-0502(16)30086-6

A simulation model to estimate the risk of transfusion-transmitted arboviral infection.

Shang G, Biggerstaff BJ, Richardson AM, Gahan ME, Lidbury BA.

Altre notizie della sezione

8 giugno 2016

Anticorpi anti core-specifici del virus dell’epatite C e possibile infezione occulta in ambito trasfusionale

L’infezione cronica da virus dell’epatite C (HCV) è caratterizzata dalla presenza combinata di anticorpi specifici  anti-HCV e di viremia circolante (HCV-RNA). Il riscontro isolato di anti-HCV in assenza di viremia documentabile riflette verosimilmente la memoria immunologica dopo una pregressa infezione risolta. Anti-HCV e HCV-RNA rappresentano una parte dello screening obbligatorio nei donatori di sangue ed […]

29 febbraio 2016

La metagenomica virale e la sicurezza del sangue

La caratterizzazione del gruppo di virus associati al sangue umano (chiamato anche blood virome) è essenziale per la sorveglianza epidemiologica e per anticipare le nuove potenziali minacce per la sicurezza delle  trasfusioni di sangue e di emocomponenti. Attualmente, il rischio di trasmissione per via  ematica dei dei virus noti (HBV, HCV, HIV e HTLV) può […]

29 febbraio 2016

Nuovi rischi virali nelle trasfusioni di sangue 2016

La sicurezza virale rimane una delle principali preoccupazioni in caso di  trasfusione di emoderivati. Nel corso degli anni, le misure di controllo applicate ai prodotti del sangue sono diventate  sempre più sofisticate; tuttavia, il numero di agenti infettivi, e in particolare di virus, che può essere trasmesso attraverso la trasfusione è in continuo aumento. Lo […]