Un trattamento dell’epatite C basato sull’azione contro il microRNA

La stabilità e la diffusione del virus dell’epatite C dipendono da una interazione funzionale tra il genoma virale e il microRNA-122 espresso a livello epatico ed essenziale per la stabilità e la diffusione dell’RNA dell’HCV.
I microRNA sono piccole molecole endogene di RNA non codificante, a singolo filamento, di 20-22 nucleotidi; fanno parte di una grande rete di geni regolatori e svolgono diverse funzioni tra le quali quella di regolatori di importanti processi biologici come la crescita e differenziazione cellulare, il timing dello sviluppo cellulare, l’apoptosi e la modulazione della risposta alle infezioni virali.
Il Miravirsen sequestra e inibisce il microRNA-122. In questo trial su pazienti affetti da epatite C cronica da virus di genotipo 1 se ne dimostra l’efficacia nel ridurre, in modo dose-dipendente, i livelli di RNA dell’HCV, senza alcuna evidenza di induzione di farmaco-resistenza.

Altre notizie della sezione

16 aprile 2012

Le infezioni virali: Epidemiologia e trattamento

Numerosi patogeni virali possono essere trasmessi attraverso il sangue. La maggior parte dei virus, infatti, si diffonde nell’organismo ospite trasportato dal circolo ematico (viremia) per raggiungere il suo organo bersaglio.